Reuters 20170615

Sbagliato attaccare l’umanitario: è il nostro miglior made in Italy

Huffington Post del 9 agosto 2017

di Marco Impagliazzo

La visita a Roma dell’inviato Onu per la Libia, Ghassan Salamé, ha il vantaggio di riportare il dibattito sulla questione libica a livello internazionale. Va ripresa, infatti, una forte iniziativa sotto l’egida dell’ONU per affrontare una crisi geopolitica e umanitaria di vaste dimensioni che nessun paese da solo è in grado di risolvere. L’Italia, che tra l’altro oggi siede nel Consiglio di Sicurezza, appoggia con forza questa iniziativa. La Comunità di Sant’Egidio, in accordo con l’ONU, nei mesi scorsi ha favorito il dialogo politico tra alcune città della Tripolitania per stabilizzare la regione. Lo stesso con le tribù del Fezzan.

La ricostruzione dell’unità della Libia, la sua pacificazione e il ristabilimento di un governo internazionalmente riconosciuto permetterebbero, tra l’altro, di affrontare con efficacia la questione migratoria, lo sfruttamento di esseri umani con sofferenze e anche morti. E’ un tema che, al di là delle polemiche politiche di questi giorni, si presenta come una questione di lungo periodo.

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO >>

Share This: